Come funziona

La cornea è la “lente” più importante nell’occhio ed una sua piccola modifica può incidere notevolmente sull’entità del difetto visivo da correggere.

Le lenti ortocheratologiche agiscono sulla cornea modificandone gli spessori per ridistribuzione delle cellule epiteliali.

Considerando che la variazione di 1 diottria corrisponde ad un cambio di spessore corneale di circa 6 micron e che un capello umano ha un diametro che si aggira intorno ai 120 micron, si può facilmente intuire quanto piccole siano le modifiche indotte dalle lenti ortocheratologiche.